La bella stagione

Bruciante era l’attesa del solstizio d’estate, quando ogni anno usciva il giornale di Barbie con la bambola special edition: lo compravo così da averne un’altra nuova, pronta a litigare con le altre per la spartizione dei due Ken e dell’Action Man di mio fratello. Niente da fare: la lotta per la sopravvivenza è sempre basata sulla legge del più forte e, anche nelle società apparentemente matriarcali, il bacillo della disputa tra i generi mantiene comunque una certa latenza.

Quando all’improvviso, poi, ho finito di pazziare con le pupe, ho capito che non è veramente giugno se non arrivano le statistiche sulla percentuale degli italiani che andranno a farsi i bagni estivi. Gli anni passano e viene sistematicamente precisato che questa percentuale è in calo di anno in anno, sempre perché c’è la crisi e va di lusso se uno riesce a pigliarsi le ferie. Non ho mai capito su cosa si basino queste indagini, dal momento che buono buono un cristiano si sceta una mattina e decide di andarsi a fare una settimana a Scalea o a Diamante non deve mettere nome proprio a nessuno. Ci mancherebbe che uno si metta e, dopo aver sistemato le biciclette sul portapacchi, faccia un momento una telefonata a qualche ente di dossieraggio a cazzo per elencare il numero dei lettini caricati a cascione e per comunicare in quanti si sta partendo sulla monovolume, specificando se si è provvisti di nonni vari ed eventuali e di cani da lasciare in autostrada. Se queste indagini fossero veramente così accurate e precise, si potrebbe considerare risolto anche questo disagio dell’abbandono degli animali in vista degli approdi su coste a caso: nessuno direbbe di avere intenzione di ripudiare i propri amici a quattro zampe, che le figure di merda uno se le sparagna finché può.

Ah, mi raccomando: quando venite dalle parti nostre, lasciate quanta più monnezza potete sulla SS18, che sennò ci offendiamo se il turista non si sente a proprio agio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s