Vi porto alle elezioni col furgone

Se lo arrestano porta tutti alle elezioni: mentre i suoi sostenitori parlano di attacco coordinato e colpo di stato intentato dal PD, ed è adesso il caso di dire che “il cane morde sempre lo sciancato”, Salvini rilancia la storia del ponte di Genova per avvalorare la sua posizione con “lì non c’è un indagato”. Sicuramente gli importa veramente tanto di quel disastro: quando sono morte le 43 persone di cui parla, tra le innumerevoli manifestazioni della sua infinita miseria umana, aveva in quel caso spostato l’attenzione sempre sulle solite questioni dell’immigrazione per fare un poco di autocelebrazione, probabilmente guidato dalla suggestione delle scene rupestri di caccia al bisonte che ha incise nel cervello, a dimostrazione del fatto che è in pieno delirio di onnipotenza. Probabilmente è poco anche il carcere, per uno psicopatico che, pur di avere potere, non si fa scrupoli a mettere a repentaglio delle esistenze, sfruttando come gli pare i vivi e i morti. Quando finirà tutto questo delirio collettivo e quest’allucinazione enorme a sostegno della sua persona e delle sue posizioni cieche, forse si potrà cominciare a parlare di civiltà anche in Italia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s