Vacanze al Meridione

Sempre quello lì, ha caricato su Twitter un video preso da un’emittente locale della Calabria. L’azione propagandistica in questione mostra, a un certo punto, un suo sostenitore che dichiara di essere stato comunista per 50 anni, ma che adesso starebbe votando per lui. Il signore intervistato agita poi la tessera del PCI, con le generalità leggibili a chiare lettere, e lancia infine la solita invettiva contro i neri: montatura o meno, il post parla come al solito di “ex comunisti”, sfruttando il principio religioso della conversione. Una riflessione, questa, per la quale una simile mossa comunicativa darebbe risposte strane se correlata alla foto che sta girando: il miracolo fisico-meccanico di un catamarano su una canoa verde e una croce TAU al collo, quella della prima comunione, ovvero il simbolo francescano della povertà indossato da un criminale che sta giocando indisturbato a fare il golpe del ritardo mentale. Chi vuole governare sa bene che l’elettorato medio soprattutto al Sud è composto da pochi superstiti sofferenti: fa leva sulla goliardia e dà all’italiano medio comizi-feste sulle spiagge dispensando una sensazione di vacanza, così da mettere in ombra una totale assenza di contenuti e far accrescere la speranza nella provvidenza divina. Eppure, già soltanto l’utilizzo di espressioni come “compagni carolanti” dovrebbe indurci a prenderlo di peso e fargli fare le prove di resistenza di apnea in acqua salata, perché il tizio che a Soverato gli ha staccato l’impianto avrebbe fatto bene a tirarglielo direttamente in testa, siccome comunque lo hanno vattuto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s